Giuseppe Bollettino nuovo Segretario Generale della CISL FP della Basilicata

Dopo l’elezione di Giovanni Sarli alla carica di Segretario Generale Aggiunto della CISL Funzione Pubblica della Puglia e della Basilicata, si è proceduto al rinnovo delle cariche, qui in Basilicata.

Al suo posto è stato eletto Giuseppe Bollettino nel ruolo di Segretario Generale della CISL FP della Basilicata.

A completare la squadra di Bollettino ci sono due Segretari Regionali: Pasquale Locantore del comparto sanità ed Elisabetta Pennacchia del comparto enti locali. La nuova segreteria è stata eletta il 27 marzo dal Consiglio regionale della federazione, al quale sono intervenuti il Segretario Generale Nazionale della CISL FP, Giovanni Faverin, il Segretario Generale della CISL FP di Puglia e Basilicata, Enzo Lezzi, ed il vertice confederale lucano della CISL, Nino Falotico.

“Siamo i protagonisti della nascita di una nuova Cisl – ha detto Giuseppe Bollettino, nel suo appassionato intervento – e siamo compatti e pronti a raccogliere le importanti sfide dei prossimi anni”.

Giovanni Faverin ha chiuso i lavori esprimendo grande soddisfazione per la complessiva azione di rinnovamento sindacale, dettata dai radicali cambiamenti sociali in corso, e riconoscendo il vigore e la costanza dell’intero gruppo dirigente sindacale lucano, che sarà chiamato a supportare con grande senso di responsabilità la neonata segreteria regionale.

Potenza, 30.03.2014

Galleria Fotografica

                         

COMUNICATO STAMPA

 

la Cisl fp di Basilicata auspica: “Sindaco nuovo, politiche nuove nella gestione del personale al Comune di Potenza.”

Con l’elezione del  nuovo Sindaco al Comune di Potenza, nella persona del dott. De Luca, tutti auspicano un cambio di rotta nella gestione della struttura, che rappresenta un’istituzione fondamentale nel capoluogo lucano, punto di riferimento insostituibile per tutti i potentini.

Tale auspicio, è ovviamente espresso anche dalla Cisl Fp di Basilicata, ad affermare questo è il Segretario Generale Giuseppe Bollettino.

Infatti, molteplici sono le aspettative, non solo della collettività, ma anche dei tanti dipendenti comunali, che intravedono nel nuovo corso politico una speranza reale di un cambio di rotta con il passato.

Nuovi politici per nuove politiche, che rilancino il ruolo della p.a. nella collettività, nel tessuto sociale che vuole imbattersi sempre più in un sistema pubblico  snello e veloce, al passo coi tempi.

I dipendenti poi, sono disposti ad accettare la sfida, che ponga più che mai al centro dell’attenzione il loro ruolo, che scevro da burocratismi inutili, li veda costantemente impegnati al fianco dei cittadini per i loro diritti e per il conseguimento dei servizi in tempi sempre più celeri. Chi amministra, deve riuscire a  coniugare al meglio  i concetti di professionalità, competenza e produttività, che non possono più prescindere dalla meritocrazia, da tutti invocata, ma da nessuno concretamente voluta.

Ecco perché, la Cisl Fp di Basilicata chiede a gran voce un piano di riorganizzazione della struttura  comunale, che vede la sigla stessa impegnata già da oggi, in un’ottica di piena collaborazione con i vertici del comune e con la nuova Giunta.

Bisogna mettere al bando qualsiasi forma di privilegio che possa sfociare in mero clientelismo, perciò guerra alle tante consulenze esterne, frutto di esternalizzazioni improduttive, ma tanto dispendiose per la collettività, occorre per far questo, iniziare ad utilizzare al meglio il personale, le cui potenzialità sono enormi e che attendono da anni di essere utilizzato in modo migliore e in maniera più consona alle proprie  caratteristiche.

Relazione Elezione

E’ CON GRANDE ORGOGLIO……………E  PERMETTETEMI…….ANCHE CON NOTEVOLE EMOZIONE,…….CONSIDERATA  LA STRAORDINARIETA’  DELL’EVENTO,………RIVOLGERE A TUTTI VOI QUESTE MIE CONSIDERAZIONI………

MOLTEPLICI, SONO STATI GLI EVENTI, CHE CI HANNO VISTI PARTECIPI, IN UN TEMPO BREVISSIMO.

TUTTI EVENTI,… DI ESRTREMA IMPORTANZA,… IL CUI UNICO SCOPO… E’ STATO….. E RESTERA’ QUELLO DI PROIETTARCI VERSO NUOVE SFIDE PER RENDERE SEMPRE PIU’ GRANDE LA NOSTRA FEDERAZIONE.

IL TUTTO CALATO IN UNA REALTA’,…. QUELLA DELLA NOSTRA REGIONE,……LA BASILICATA….., CHE …SE PUR PICCOLA, PRESENTA TANTE PROBLEMATICHE, ..CHE PURTROPPO… SPESSO SI TRASFORMANO IN VICISSITUDINI.

PER NON PARLARE DELLO SCENARIO NAZIONALE, CHE PRESENTA UN QUADRO NON AFFATTO ROSEO.

LA CRISI ECONOMICA… HA DILANIATO LA TRANQUILLITA’ DELLE FAMIGLIE,……I DISAGI AUMENTANO,   IL RISCHIO CHE IL BENESSERE ACCUMULATO NEL CORSO DEGLI ULTIMI ANNI VADA PERDUTO E’ TANGIBILE,….MA NON PER QUESTO, IL NOSTRO OPERATO DEVE ESSERE CARATTERIZZATO DA PRESAGI O DA VISIONI NEFASTE,….SENZA VIA D’USCITA.

MAI,.. COME IN QUESTI MOMENTI, UNA COSTANTE TUTELA NEI LUOGHI DI LAVORO, DA PARTE DI ORGANIZZAZIONI SINDACALI, COME LA CISL, SPINTE DA UN’OTTICA COSTRUTTIVA E RIFORMISTA….DIVENTA FONDAMENTALE E INSOSTITUIBILE.

PER QUESTO, IL CAMMINO CHE CI ATTENDE…..PUR PRESENTANDOSI TORTUOSO, CON L’AUSILIO DI TUTTE LE COMPONENTI DELLA NOSTRA ORGANIZZAZIONE SINDACALE PUO’ ACCETTARE LA SFIDA DEL CAMBIAMENTO  E VINCERLA.

IO RITENGO,… CHE UNITI,… NEL VERO SENSO DELLA PAROLA,…. L’UNITA’ RAPPRESENTA E RAPPRESENTERA’ SEMPRE PER ME UN VALORE INSOSTITUIBILE.

UN VALORE,… SI,…PERCHE’.. SE NON … RINIZIAMO A RAGIONARE IN UN’OTTICA DI VALORI,…… LE NOSTRE PASSIONI,…….I NOSTRI STATI D’ANIMO,…..LE NOSTRE AMBIZIONI,… RIMARRANNO PERENNEMENTE LETTERA MORTA,… SE NON VERRANNO ACCOMPAGNATE DAI VALORI.

NEL DIFFICILE INCARICO DI SEGRETARIO GENERALE DI QUESTA FEDERAZIONE CHE MI ACCINGO AD INIZIARE, RITENGO CHE COL GIUSTO APPORTO DI TUTTI, NESSUN TRAGUARDO CI PUO’ ESSERE PRECLUSO.

SONO PIENAMENTE CONVINTO CHE GLI INDIVIDUALISMI,…I LOCALISMI,…NON PRODUCONO NULLA DI BUONO, SE NON STERILI ANTAGONISMI, CHE PER FORTUNA NON HANNO MAI AVUTO VITA FACILE ALL’INTERNO DELLA NOSTRA FEDERAZIONE.

INFATTI, QUESTO CAMMINO CHE, QUESTA NUOVA SEGRETERIA, SI ACCINCE A PERCORRERE,… COADIUVATA ANCHE DA ALCUNE FIGURE DI POSIZIONI DI STAFF, E CHE CI VEDRA’ COMUNQLUE  TUTTI PROTAGONISTI NEI PROSSIMI ANNI, NON PUO’ ESSERE INTRAPRESO, SENZA CONSIDERARE I CAPISALDI REALIZZATI DA GIOVANNI SARLI.

GIOVANNI, COME TUTTI SAPPIAMO, DOPO GLI INNUMEREVOLI SUCCESSI E RICONOSCIMENTI RACCOLTI NELLA NOSTRA REGIONE, E’ STATO CHIAMATO A RICOPRIRE UN RUOLO DI VALORE E DI PRESTIGIO ALL’INTERNO DELLE COSTITUENDA SEGRETERIA DELLA FP DI PUGLIA E BASILICATA.

LE SUE QUALITA’, …. LA SUA ESPERIENZA,…. ACCUMULATA IN TANTI ANNI DI SINDACATO VISSUTO IN TRINCEA,… DIVENTANO OGGI… UNA DOTE DA UTILIZZARE IN UNO SCENARIO PIU’ AMPIO DAI CONFINI DELLA NOSTRA REGIONE.

NULLA DEL SUO OPERATO,…..DELLA SUA CARICA D’ENTUSIASMO, …..DELLA SUA PERENNE VOGLIA DI FARE SINDACATO… DOVRA’ ANDARE DISPERSA.

LA MIA PRESENZA,… SEMPRE VISSUTA AL SUO FIANCO CON ENTUSIASMO… COSTITUISCE IL NATURALE PROSIEGUO DI UNA POLITICA SINDACALE SEMPRE DALLA PARTE DEI LAVORATORI, COI LAVORATORI, …COME IRRINUNCIABILE RICCHEZZA UMANA, ISPIRATRICE DEL NOSTRO OPERATO.

IL MIO RUOLO E IL MODO DI CONCEPIRLO,…VA INCANALATO IN UNA REALTA’ COMPLESSA,… MA INDIRIZZATA SU CANONI SEMPLICI,…. DOVE NON SARANNO MAI LE DISTANZE A DIVIDERCI O AD ALLONTANARCI.

IN UN’EPOCA COME LA NOSTRA DOVE LA GLOBALIZZAZIONE LA FA’ DA PADRONE,.. GLI STRUMENTI INFORMATICI AVRANNO LA LORO IMPORTANZA PER SENTIRCI SEMPRE VICINI, ….MA NON PER QUESTO BISOGNERA’ RINUNCIARE AL FATTORE UMANO.

A TAL FINE COME PRIMO OBIETTIVO DEL MIO MODUS OPERANDI VI SARA’ LA PIU’ AMPIA DISPONIBILITA’ ALL’ASCOLTO,… AD ASCOLTARE TUTTI,… SENZA PRECONCETTI O BARRIERE O INUTILI PRECLUSIONI,….PORTE APERTE A TUTTI,……PER INSTAURARE E PER MOLTI RINSALDARE UN RAPPORTO SINCERO,.. DA VIVERE, MI AUGURO IN SINTONIA, …ARMONIA E SU UNA FIDUCIA RECIPROCA, ..CHE SERVIRA’ A TUTTI PER ARRICCHIRCI.

LONTANO,….LONTANISSIMO, QUINDI, DA UNA CONCEZZIONE PROVINCIALISTICA, CHE FINISCA COL PRIVILEGGIARE UN TERRITORIO A DISCAPITO DI UN ALTRO O CHE ABBIA PIU’ A CUORE UNA PROBLEMATICA RISPETTO AD UN’ALTRA.

UNA REALTA’ UNICA, UNITA, ISPIRATA DA

UN-IDEM-COMUNE-SENTIRE, ….DA UN CONCETTO DI BENE COMUNE,… IL BENE  NOSTRO E  DELLA NOSTRA ORGANIZZAZIONE, ….CHE DEVE RIAFFERMARE IL SUO RUOLO CENTRALE NELL’AFFRONTARE E RISOLVERE LE TANTE PROBLEMATICHE CHE ATTANAGLIANO IL MONDO DEI LAVORATORI PUBBLICI.

LAVORATORI AL CUI SERVIZIO, DOBBIAMO PORRE LA NOSTRA PIU’ AMPIA DISPONIBILITA’, LAVORATORI….. E’ BENE RICORDARLO, SEMPRE PIU’ VILIPESI,…DERISI  ANGUSTIATI DA GOGNE MEDIATICHE, IL CUI UNICO SCOPO E’ QUELLO DI DISTRARRE L’ATTENZIONE DELL’OPINIONE PUBBLICA DAI TANTI SPERPERI E INGIUSTIFICATI PRIVILEGI DELLA CLASSE POLITICA.

 

IN VIRTU’ DELLA MIA ESPERIENZA SINDACALE, NEL SETTORE DEGLI ENTI LOCALI VI POSSO DIRE CHE TANTI SONO I PROGETTI CHE POSSONO VEDERCI PROTAGONISTI NEL RIMODULARE E MIGLIORARE LE CONDIZIONI DEI LAVORATORI, L’IMPORTANTE E’ CREDERCI, LA CONVINZIONE, DEVE ESSERE LA NOSTRA ARMA VINCENTE.

AMPIA ATTENZIONE ALLA SANITA’, LACERATA SEMPRE PIU’ DA COSTI ELEVATI, NON CORRISPONDENTI ALLA QUALITA’ DEI SERVIZI, NON CERTO PER COLPA DEI LAVORATORI DEL SETTORE SEMPRE PIU’ AFFLITTI DA CONDIZIONI DI LAVORO DISAGIATE E INACCETTABILI.

IN BASILICATA, AD ESEMPIO, IL PIANO SANITARIO 2011/2014   E’ ORMAI AL DESIO.

I BUONI PROPOSITI CHE LO ANIMAVANO, TESI A CREARE NUOVE E MIGLIORI PROSPETTIVE SULLA SALUTE DEGLI INDIVIDUI E DELLA COLLETTIVITA’ SEMBRANO ORMAI INFRANTI NELLA SPIRALE DI PROFONDA CRISI EONOMICA CHE STA ANIMANDO LA NOSTRA SOCIETA’.

OGGI LA SANITA’ PUBBLICA E’ COMPRESSA TRA UNA SOCIETA’ SEMPRE PIU’ ESIGENTE E UNA FINANZA PUBBLICA PREOCCUPATA DAI DISAVANZI E DALLA CRESCITA DEI COSTI.

DI OPERAZIONI TENDENTI AL RISPARMIO, ALLA RAZIONALIZZAZIONE DEI SERVIZI, ALLA BUONA GESTIONE, NULLA O QUASI NULLA E’ STATO FATTO, SE NON QUALCHE SPORADICO E TIMIDO TENTATIVO DI ACCORPAMENTO DI AREE OMOGENEE ASSISTENZIALE, IN QUALCHE PRESIDIO OSPEDALIERO DELLA REGIONE BASILICATA CON L’UNICO OBIETTIVO DI RIDURRE I COSTI DEL PERSONALE A TOTALE SVANTAGGIO DELLA QUALITA’ DELLE PRESTAZIONI E DELL’ASSISTENZA EROGATA AI CITTADINI.

VEDI AD ESEMPIO LISTE DI ATTESA PER ANALISI E VISITE SPECIALISTICHE TROPPO LUNGHE QUASI UN ANNO, ADDIRITTURA DUE IN ALCUNI CASI.

OCCORRE POI, CREARE UNA ADEGUATA CONNESSIONE SISTEMATICA TRA OSPEDALE E TERRITORIO E TRA PRESTAZIONI SANITARIE E PRESTAZIONI SOCIALI.

CRITICITA’ CHE IMPEGNERANNO IL NOSTRO FUTURO.

IN RELAZIONE AI MINISTERI POI, VI E’ DA REGISTRARE LA CRONICA CARENZA DEL PERSONALE DI VIGILANZA NEL MINISTERO DEI BENI CULTURALI, DOVE IL PATRIMONIO STORICO-ARTISTICO-ARCHEOLOGICO DELLA NOSTRA REGIONE, NON E’ SECONDO A NESSUNO IN ITALIA, MA MANCANO ADEGUATI STRUMENTI PER RIUSCIRE A VALORIZZARLO AL MEGLIO.

NEGLI ENTI PREVIDENZIALI, CON L’INCORPORAZIONE DELL’INPDAP ALL’INPS, IL PROCESSO D’INTEGRAZIONE DEL PERSONALE SI STA RIVELANDO LENTO E DIFFICILE, SUSSISTONO INOLTRE GROSSE DIFFICOLTA’ DI ARMONIZZAZIONE NORMATIVA TRA I DUE ENTI STESSI.

AGGRAVATE DA UN DEFICIT DI BILANCIO DI PORTATA ENORME.

PROBLEMATICHE, QUELLE ELENCATE, TUTTE MERITEVOLI DI ATTENZIONE E DI RISOLUZIONI CELERI, CHE NECESSITANO DA PARTE NOSTRA UN’IMPEGNO COSTANTE E PROFICUO.

RIMANE COMUNQUE, E CONCLUDO, LA MIA CONVINZIONE CHE FORTI DEL NOSTRO PASSATO E PERSEVERANTI NEL CAMMINO INTRAPRESO DA ANNI DA QUESTA FEDERAZIONE IL FUTURO CI RISERVERA’ ALTRE SODDISFAZIONI E ALTRI RISULTATI CONFORTANTI, PER IL BENE DEI TANTI LAVORATORI CHE RIPONGONO IN NOI LA LORO FIDUCIA.