Province: la Regione convochi subito il tavolo regionale su riforma

28 ottobre 2014

Al Presidente della Giunta Regionale

Al Direttore Generale del Dipartimento Presidenza della Giunta Regionale

Al Dirigente dell’Ufficio Autonomie Locali e decentramento amministrativo

Regione Basilicata

Agli Organi di Stampa e di Informazione

e p.c.                                                                   A tutti i lavoratori

  Province: la Regione convochi subito il tavolo regionale su riforma.

Le scriventi Organizzazioni Sindacali, a distanza di oltre un mese dalla emanazione del dpcm relativo alle province, denunciano l’indifferenza della Regione che ancora non ha proceduto alla convocazione del tavolo regionale al fine di iniziare un non più rinviabile serrato confronto sul processo di riforma, sul riordino delle funzioni e su quelle che potrebbero essere le ricadute sui servizi e sui lavoratori della provincia e delle due agenzie Apof-il e Ageform, situazione che va sempre più peggiorando considerato anche i nuovi tagli previsti  dalla legge di stabilità che rischiano seriamente di portare al collasso tutto il sistema.

Abbiamo la necessità di aprire immediatamente la discussione sull’intero impianto della nuova governance delle province e su come e dove attestare le funzioni. Abbiamo l’urgenza di definire mediante un accordo che veda coinvolte tutte le parti in causa  quale sarà il futuro e come ci apprestiamo ad affrontare il presente considerato che i tempi dettati dallo stesso dpcm sono stringenti e prevedono che l’intero iter di questo percorso debba chiudersi entro la fine dell’anno.

Per queste ragioni, FP CGIL, CISL FP e UIL FPL sollecitano l’apertura immediata del tavolo regionale perché a nessuno è più dato di perdere tempo e molteplici sono, invece, le problematiche di questa difficile fase di ridefinizione dell’intera governance a garanzia dei servizi ai cittadini e a tutela dei lavoratori.

 

FP CGIL                                                                               CISL FP                                                UIL FPL

Roberta Laurino                                       Giuseppe Bollettino                        Antonio Guglielmi